PRESENTAZIONE

 

 

 Nel  1800  l’espansione coloniale permette di conoscere meglio civiltà prima ignorate

 o mal interpretate come quella giapponese, africana, oceanica fino alla precolombiana.

 Nelle principali città europee si allestiscono grandi mostre con oggetti d’arte provenienti

 da questi paesi e si moltiplicano gli studi e le pubblicazioni di libri.

 Molti artisti europei trascorrono periodi più o meno lunghi in quei luoghi per conoscerli        

 direttamente e farli rivivere nei loro dipinti. Per alcuni è solo una forma di esotismo (de-

 sideriodi novità e di diversità a tutti i costi) ma per altri, come Gauguin e Matisse,

  nasce dal desiderio di rivalutare la cultura e i modi di espressione di queste civiltà con-                  siderate “ primitive “ per trarne nuovi spunti formali e creativi.

  Infatti questi artisti rifiutano una tradizione artistica (quella occidentale) ormai

 sterile e mummificata rinnovando il linguaggio pittorico fino allora legato  alle “regole” della

 prospettiva, della simmetria,delle proporzioni e dell’armonia, e agli ideali classici del bello

 e del verosimile.

 Proprio mentre l’Europa colonizzatrice si apprestava ad un incredibile sviluppo scientifico,

 tecnologico ed industriale, gli artisti vogliono ritornare alle radici della civiltà , alle forme   

 espressive dei primitivi, dei cosiddetti selvaggi, ad attingere nuova linfa vitale da un’arte

 arcaica, semplice e rudimentale ma estremamente espressiva.

 Questo recupero si concretizzò per gli artisti nell’abbandono dello spazio tridimensionale a

 favore  dei valori decorativi ed espressivi, in una semplificazione del disegno e nell’uso

 libero del colore.   

 

                                        STRUTTURA DELL’ELEMENTO

 

 Nell’elemento VIAGGI D’ARTE  ho proposto l’osservazione e l’analisi di alcune opere

 degli artisti  PAUL  GAUGUIN e HENRI  MATISSE  per avviare  un confronto tra le  opere stesse e  la tradizione, la cultura e l’arte dei  paesi extraeuropei visitati da questi

 artisti al fine di sottolineare le influenze che queste hanno esercitato sullo stile dei due

 pittori.

 

 Il percorso è suddiviso in 4 lezioni che propongono documenti visivi,documenti scritti, test,

 ricerche on line, approfondimenti individuali o di gruppo.

 

-         1 -  PAUL GAUGUIN  A TAHITI : ALLA RICERCA DEL PARADISO       

             PERDUTO

-         2 -  PAUL GAUGUIN  A TAHITI : IL COLORE SI ILLUMINA E 

            DIVENTA MUSICA

-         3 -  HENRI MATISSE IN MAROCCO

-         4 -  HENRI MATISSE E L’ARABESCO

 

                                               

                                                HOME PAGE